Tempo di lettura stimato:
5h 20m

5 utenti lo scambiano | 3 utenti lo vendono |

Kitchen (77)

Banana Yoshimoto

Genere: Sentimentale, Commedia, Classici moderni

Editore: Feltrinelli

Anno: 2014

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 160 Pagine

Isbn 10: 8807884607

Isbn 13: 9788807884603

Trama

"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina...". Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, "Kitchen". Le cucine, nuovissime e luccicanti o vecchie e vissute, riempiono i sogni della protagonista Mikage, rimasta sola al mondo dopo la morte della nonna, e rappresentano il calore di una famiglia sempre desiderata. Ma la famiglia si può non solo scegliere, ma anche inventare. Così il padre del giovane amico Yuichi può diventare o rivelarsi madre e Mikage può eleggerli come propria famiglia, in un crescendo tragicomico di ambiguità . Con questo romanzo, e il breve racconto che lo chiude, Banana Yoshimoto si è imposta all'attenzione del pubblico italiano mostrando un'immagine insolita del Giappone , con un linguaggio fresco e originale, quasi una rielaborazione letteraria dello stile dei fumetti manga.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 3

N. edizioni: 2

N. edizioni: 3

N. edizioni: 5

N. edizioni: 3

Sly

N. edizioni: 2

N. edizioni: 2

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Eleonora

Libro molto particolare, mai nella vita avevo letto una storia del genere e mai avevo sperimentato questo stile orientale di scrittura. Mi è piaciuto, ma mi ha lasciato un po' perplessa, ancora devo interiorizzare il suo messaggio e comprenderlo appieno.

Utente eliminato

Recensito il 15/04/2021

Lettura super consigliata! Questo è uno dei primi libri scritti da Banana Yoshimoto ed è incantevole

Giorgia Grottaroli

Recensito il 26/10/2021

Vendo o scambio questo libro perché ne ho due copie, vorrei dargli una nuova vita perché ogni libro merita di essere amato. (il libro è praticamente nuovo, non è mai stato aperto)

Rossella Sposato

Recensito il 23/03/2022

La protagonista, una ragazza, perde l'unica persona che ha al mondo, la nonna; allora si rifugia nel cuore della casa, la cucina, dove vegeta senza nutrirsi. Quando un suo compagno di scuola e sua madre la invitano a stare nella loro bella casa, dimostra ancora la sua passione per la cucina che rappresenta per lei il luogo dove si prepara il cibo, risorsa basilare della vita, e ci si riunisce per consumarlo. Questa stanza bella e funzionale rispecchia la serenità delle persone che la abitano. Così riprende a mangiare e a vivere. Banana tocca diversi temi: la solitudine, il cibo come risorsa e arte, la transessualità e la morte, quello che è a lei più caro. L'autrice condisce la storia con quello stile lucido e triste e quella sensibilità che rendono ogni suo libro unico.

Nicole

Recensito il 20/07/2022

Un libro che mi ha portata in un luogo di grande tristezza, facendomi sempre sentire profumo di casa. Da sempre rifuggo i libri che parlano o ti conducono in luoghi di tristezza; ricordo il dolore/rabbia che ho provato negli anni quando questa appariva in modo del tutto inaspettato nei romanzi (non dimenticherò mai in tal senso il libro "l'uomo che sussurrava ai cavalli). Banana potrebbe essere riuscita ad aprire un piccolo varco in quella parte di me che ho sempre protetto con tutte le mie forze perchè non venisse più ferita, e lo ha fatto che una dolcezza tale da non farmi provare alcun dolore o rabbia.