Tempo di lettura stimato:
3h 36m

7 utenti lo scambiano | 1 utente lo vende |

High & Dry (26)

Primo amore

Banana Yoshimoto

Genere: Amore,

Editore: Feltrinelli

Anno: 2013

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 108 Pagine

Isbn 10: 8807881616

Isbn 13: 9788807881619

Trama

Yuko è in grado di vedere cose che gli altri non vedono, e di indovinare i desideri e i pensieri di chi le sta intorno grazie a una sensibilità  fuori dal comune. Compiuti quattordici anni, tutto sembra assumere sfumature misteriose, e il mondo si popola di bizzarre creature. Yuko sta imparando ad assegnare un colore a ogni stato d'animo e a ogni emozione; a insegnarglielo è Kyu, il suo maestro di disegno, che ha il doppio dei suoi anni. Quando dal fusto di una pianta fuoriescono degli strani omini verdi, loro sono gli unici a vederli. Nello stesso istante, Yuko assapora l'incanto sottile del primo amore. Sospesa tra realtà  e immaginazione, un'adolescente va incontro alla vita accompagnata dagli affetti più cari, e scopre, giorno dopo giorno, i turbamenti del cuore, la tenerezza dei sentimenti e la difficoltà di diventare grande.

Altre edizioni

Non sono state inserite altre edizioni di questo libro

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 3

N. edizioni: 4

N. edizioni: 2

N. edizioni: 3

N. edizioni: 5

N. edizioni: 3

Sly

N. edizioni: 2

N. edizioni: 2

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Katelikki

Recensito il 10/07/2021

Una storia d'amore e di ricerca di sé nel tipico stile di Banana Yoshimoto, tuttavia l'ho trovato un po' sottotono rispetto agli altri romanzi dell'autrice

Stefi

Recensito il 05/07/2023

In alcuni momenti questo libro mi è sembrato un racconto per ragazzi per la sua sincera ingenuità e in altri invece si sofferma su dettagli della realtà molto veri e su cui bisognerebbe riflettere. Sono stati questi ultimi i tratti che più ho apprezzato, ma sinceramente non mi sono sentita molto rapita dalla scrittura. Yūko, la protagonista quattordicenne che si innamora di un ragazzo più grande, mi ha ricordato molto me stessa, ho empatizzato subito con lei che è così profonda e ha un mondo interiore così complesso e delicato che si scontra costantemente con una realtà mediocre e insoddisfacente. Forse è lo stile così scarno e naif della Yoshimoto che non fa per me e non mi permette di fare una valutazione più generosa.