Tempo di lettura stimato:
4h 32m

1 utenti lo scambiano |

Memorie del sottosuolo (10)

Fëdor Dostoevskij

Genere: Classici,

Editore: Einaudi

Anno: 2005

Lingua: Italiano

Rilegatura: Non inserito

Pagine: 136 Pagine

Isbn 10: 8806177095

Isbn 13: 9788806177096

Trama

Memorie del sottosuolo esce a puntate nel 1865 sulla rivista «Epoca», in un momento cruciale della vita personale e lavorativa dello scrittore. Questo romanzo si divide in due parti: nella prima si trova il vero e proprio monologo filosofico contro il positivismo e il romanticismo; la seconda parte, invece, è incentrata sulla rievocazione memoriale della storia accaduta al protagonista che l’autore usa per dare credito alla malvagità dell’animo umano. Il protagonista delle Memorie, che ha tratti autobiografici di Dostoevskij, è un uomo timido, senza risorse, respinto nel sottosuolo dalla brutalità della vita sociale. Per questo motivo decide di tormentare Liza, una giovane prostituta incontrata in una gelida sera di neve, cercando soddisfazione e rivalsa dalle crudeltà inflitte alla donna.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 13

N. edizioni: 20

N. edizioni: 10

N. edizioni: 1

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Valeria

È come se questo racconto seguisse due binari paralleli. Il primo è la demolizione di qualsiasi credenza illuminista, della fiducia nella scienza e del calcolo infallibile, e la seconda è la profonda analisi della solitudine e delle sue conseguenze. La comprensione dell'animo umano e della mente del protagonista, che scrive queste Memorie dal sottosuolo ritenendosi un abietto (ma elevandosi ad uomo intelligente allo stesso tempo), sfugge a qualsiasi analisi razionale. Un uomo che si crogiola nella propria invidia, rabbia e odio nei confronti di tutti e che vive in bilico fra due tensioni: l'autocommiserazione e una malsana esplosione di tirannia nei confronti dei più deboli. Estremamente attuale nelle tematiche - come tutti gli scritti di Dostoevskij, d'altronde -, è difficile non riuscire ad essere toccati da un racconto e da un protagonista del genere. Quante volte, anche noi, abbiamo scritto le nostre Memorie dal sottosuolo, nel tentativo di esorcizzare un fallimento?