Tempo di lettura stimato:
17h 8m

11 utenti lo scambiano | 7 utenti lo vendono

Kafka sulla spiaggia (89)

Haruki Murakami

Genere: Onirico, Realismo magico, Formazione

Editore: Einaudi

Anno: 2013

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 514 Pagine

Isbn 10: 8806216945

Isbn 13: 9788806216948

Trama

Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l'ingenuità  e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti allo stesso luogo, Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il ragazzo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico, e dalla sua profezia, che riecheggia quella di Edipo. Il vecchio, Nakata, fugge invece dalla scena di un delitto sconvolgente nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà . Abbandonata la sua vita tranquilla e fantastica, fatta di piccole abitudini quotidiane e rallegrata da animate conversazioni con i gatti, dei quali parla e capisce la lingua, parte per il Sud. Nel corso del viaggio, Nakata scopre di essere chiamato a svolgere un compito, anche a prezzo della propria vita. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell'incomprensibile schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà  il compimento del proprio destino. Diversi personaggi affiancano i due protagonisti: Hoshino, un giovane camionista di irresistibile simpatia; l'affascinante signora Saeki, ferma nel ricordo di un passato lontano; Òshima, l'androgino custode di una biblioteca; una splendida prostituta che fa sesso citando Hegel; e poi i gatti, che sovente rubano la scena agli umani. E infine Kafka. "Uno spirito solitario che vaga lungo la riva dell'assurdo".

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 4

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

i_libri_di_lu

Un libro non per tutti, che porta il lettore in un viaggio onirico, sulla stretta linea di confine tra la realtà ed il sogno...dove il finale consente una vasta gamma di interpretazioni. L'avete letto? Vi è piaciuto?

_PAPAIA_

Un romanzo di formazione dove ad uscirne diverso è il lettore. Con Murakami farei un viaggio in Giappone ma leggendo "Kafka sulla spiaggia" ho la netta sensazione di aver preso parte ad un sogno, aperto diverse dimensioni ed ascoltato da un vinile la melodia della Signora Saeko. Un racconto difficile da spiegare come gli incontri oltre la foresta, d'altronde l'importante è solo ricordare perchè: "Se tu ti ricordassi di me, non mi importerebbe nulla neanche se tutti gli altri dovessero dimenticarmi".