Tempo di lettura stimato:
6h 58m

100 utenti lo scambiano | 53 utenti lo vendono

Fai bei sogni (197)

Massimo Gramellini

Genere: Letteratura, Autobiografici

Editore: Longanesi

Anno: 2012

Lingua: Italiano

Rilegatura: Non inserito

Pagine: 209 Pagine

Isbn 10: 8830429155

Isbn 13: 9788830429154

Trama

"Fai bei sogni" è la storia di un segreto celato in una busta per quarant'anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. "Fai bei sogni" è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra. "Fai bei sogni" è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti. Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l'inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell'amore e di un'esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Simona75

Emotivamente intenso. Devi essere nel mood giusto.

eleonorazugno

Da leggere e rileggere. La scrittura estremamente pulita, vivace e ricca di metafore di Gramellini rende il libro adatto anche ai ragazzi, ma la reale profondità di riflessioni apparentemente banali si apprezza col tempo. Ciliegina sulla torta il colpo di scena finale, capace di lasciare a bocca aperta e con qualche lacrima a rigare le guance se ci si fa coinvolgere dal protagonista