Tempo di lettura stimato:
15h 52m

1 utenti lo scambiano | 1 utenti lo vendono

Kay Scarpetta (4)

Patricia Cornwell

Genere: Thriller, Gialli, -

Editore: Mondadori

Anno: 2014

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 476 Pagine

Isbn 10: 8804636661

Isbn 13: 9788804636663

Trama

Abbandonato il suo lavoro di patologa forense a Charleston, in South Carolina, Kay Scarpetta viene convocata dal dipartimento di polizia di New York per esaminare un paziente dell'ospedale psichiatrico di Bellevue accusato di omicidio, il quale ha espressamente fatto il suo nome e non intende parlare con nessun altro. Quando entra nella cella, Kay si trova di fronte a un uomo affetto da nanismo, ferito ma ritenuto ancora così pericoloso da trovarsi ammanettato e incatenato. Tuttavia, Oscar Bane sostiene di non essere lui l'autore del delitto e racconta a Kay una storia incredibile, secondo la quale le ferite che ha sul corpo sarebbero sì state provocate durante il delitto di Terri Bridges, la sua ragazza, ma che il responsabile sarebbe qualcun altro. Qualcuno che lo ha spiato, seguito, studiato e che infine ha aggredito lui e Terri. Sembra una storia poco credibile, e Oscar potrebbe facilmente essere uno psicopatico, ma le torture e le mutilazioni che Terri ha subito sono altrettanto al limite dell'incredibile. E poco dopo, un nuovo terribile omicidio viene commesso. Così, assieme allo psicologo forense Benton, da poco suo marito, e Lucy, la nipote anch'essa trasferitasi a New York, Kay comincia un'indagine che attraversa le strade della città  e le pieghe più buie di Internet, per scoprire che l'omicida potrebbe essere in realtà  molto più vicino di quanto creda. Patricia Cornwell ritorna con una nuova indagine che scava nelle più profonde oscurità  umane.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 4

N. edizioni: 2

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 2

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

MARIA CATERINA

Bellissimo libro della saga di Kay Scarpetta. Come tutti gli altri è molto avvincente. Come sempre l'autrice attrae con la sua tecnica narrativa basata su interruzioni del racconto che lasciano col fiato sospeso.