Tempo di lettura stimato:
5h 12m

Nessun utente scambia o vende questo libro

Membrana (7)

Chi Ta-wei

Editore: ADD Editore

Anno: 2022

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 156 Pagine

Isbn 13: 9788867833856

Trama

Siamo nel 2100, nella città sommersa di T. L’umanità è migrata in fondo al mare per sfuggire ai devastanti cambiamenti climatici e il mondo, dominato da potenti conglomerati mediatici, si basa sullo sfruttamento del lavoro degli androidi. Momo, famosa estetista della pelle, conduce una vita introversa e nostalgica. Ha una ferita con cui fare i conti: la madre, da cui è separata da oltre vent’anni, si ripresenta nella sua vita innescando un percorso di esplorazione di sé che metterà in dubbio la sua stessa esistenza, la natura del proprio corpo e la sua identità di genere. Il processo di trasformazione, mutamento e reinvenzione che investe Momo pone questioni radicali, al punto da chiedersi se gli esseri umani siano ancora padroni della propria memoria e del proprio futuro. Pubblicato a Taiwan nel 1995, "Membrana" è un classico della narrativa speculativa in cinese. Chi Ta-wei, con talento predittivo, immagina la saturazione provocata dai social media e il monitoraggio corporeo, intrecciandoli a temi distopici come il dominio della tecnologia e dei regimi capitalisti. Un romanzo visionario che si distingue per l’estetica cyberpunk e i temi queer e trans.

Altre edizioni

Non sono state inserite altre edizioni di questo libro

Altri libri dello stesso autore

Non sono stati inseriti altri libri di questo autore

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Mary_Stuart (anche 2x1)

Recensito il 01/11/2023

Non avevo particolari aspettative. Ammetto di essermi avvicinata principalmente per la copertina dal design davvero sorprendente, l'offerta di prime reading poi ha fatto il resto. Certamente non mi aspettavo mi coinvolgesse a tal punto.

Il romanzo ha un che di claustrofobico; a partire dall'ambientazione, da quella membrana che protegge e ingabbia l'umanità nelle profondità oceaniche. È un sentimento che ho provato sulla pelle attraverso i sentimenti di Momo; attraverso la sua solitudine all'interno della "casa infinito"; attraverso la placida accettazione di quel canarino costretto in una gabbia di cristallo.