Tempo di lettura stimato:
8h 58m

5 utenti lo scambiano | 1 utente lo vende |

La lettera d'amore (6)

Cathleen Schine

Genere: Amore,

Editore: Club degli Editori

Anno: 1997

Lingua: Italiano

Rilegatura: Rigida

Pagine: 269 Pagine

Trama

Una libreria tinta di rosa, sulla costa atlantica degli Stati Uniti. Una bella libraia, divorziata senza rimpianti e appassionata del suo mestiere. Un variegato ventaglio di clienti e commessi. Infine, una lettera d'amore che sbuca fra la posta. Non si sa chi l'abbia scritta, non si capisce a chi sia rivolta. Ma quelle parole si insinuano nella mente della libraia e creano una serie di eventi. Fino alla sorpresa finale.


 

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

alessandraxxi

Forse perché avevo appena finito di leggere Moravia, ma mi è parso inconsistente

Martinabon

Recensito il 29/06/2023

Simpatico, ironico, piacevole. Una lettura scorrevole e breve per quando vuoi sorridere dell'amore

Vale.Cimi

Recensito il 06/07/2023

Una misteriosa e anonima lettera d'amore viene recapitata alla libreria di Helen, una donna di mezza età ancora piacente divorziata e con figlia a carico. L'arrivo di questa lettera innescherà una serie di coincidenze e sospetti che daranno la spinta iniziale alla storia. Di per se il libro è grazioso e fila via (non velocissimo ma veloce), ma ammetto che a un certo punto la lettura mi aveva stancata, e quindi per arrivare alla fine del libro ci è voluta un po' di buona volontà. Un po' stucchevole, non lo rileggerei.

Stefi

Recensito il 21/08/2023

Ho invidiato moltissimo Helen, la protagonista di questo romanzo ambientato in una cittadina del New England, perché ha una libreria bellissima e curata in tutti i particolari, il suo lavoro le permette di "studiare" i suoi clienti per poter consigliare loro il miglior libro possibile, allenando costantemente le sue capacità empatiche. Ho davvero letto con piacere queste pagine piene di ironia e passioni in puro stile Cathleen Schine.

"Ma una volta spedite, le lettere non possono cambiare, né crescere, né farsi influenzare, né ritrarsi timidamente. Niente intonazioni, niente variazioni di volume, niente alterazioni dei lineamenti che possano ammorbidire le parole o chiarire un pensiero. Le lettere sono concrete. Sono storia. Sì, pensò Johnny, ma una lettera è anche effimera. Nel momento in cui la infili in una busta cambia completamente. Finisce di essere mia, diventa tua. Quello che volevo dire io è sparito. Resta solo quello che capisci tu." Adoro questo pezzetto del romanzo!