Tempo di lettura stimato:
8h 0m

4 utenti lo scambiano |

Il mio anno di riposo e oblio (43)

Ottessa Moshfegh

Genere: Formazione, Commedia, Drammatico

Editore: Feltrinelli

Anno: 2020

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 240 Pagine

Isbn 10: 880789369X

Isbn 13: 9788807893698

Trama

L'esilarante e stranamente tenero, l’esperimento di “ibernazione” narcotica di una giovane donna, aiutata e incoraggiata da una delle peggiori psichiatre della storia. New York, all’alba del nuovo millennio. La protagonista gode di molti privilegi, almeno in apparenza. È giovane, magra, carina, da poco laureata alla Columbia e vive, grazie a un’eredità, in un appartamento nell’Upper East Side di Manhattan. Ma c’è qualcosa che le manca, c’è un vuoto nella sua vita che non è semplicemente legato alla prematura perdita dei genitori o al modo in cui la tratta il fidanzato che lavora a Wall Street. Afflitta, decide di lasciare il lavoro in una galleria d’arte e di imbottirsi di farmaci per riposare il più possibile. Si convince che la soluzione sia dormire un anno di fila per non provare alcun sentimento e forse guarire. Tra flashback di film anni ’80 – Mickey Rourke in 9 settimane e ½ e Whoopi Goldberg –, dialoghi surreali e spassosi, descrizioni di una New York patetica e scintillante, il libro ci spinge a chiederci se davvero si può sfuggire al dolore, mettendo a nudo il lato più oscuro e incomprensibile dell’umanità.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Miriam Montanaro

Recensito il 27/04/2022

uno dei preferiti di quest'anno, anche se non è ancora finito. che bella scoperta, recupererò anche gli altri della stessa autrice

annaleolion

Recensito il 14/08/2022

Libro bizzarro, da leggere se si vuole una storia diversa. Penso abbia una morale, ma non l'ho ben capita.

Lìa B.

Recensito il 26/01/2023

Che romanzo strano... sembra inutile pontificarci sopra. Lo finisci e dici "ah, ok". Perché è quello che è: un romanzo dalla prosa affascinante, una storia che corre in bilico tra realismo e assurdità, un finale che non è come ti aspetti. Ma bello, da leggere. La mente della protagonista è davvero profonda e affascinante, è facile empatizzare e al tempo stesso rinnegare tutto.

chiarinapal

Recensito il 26/03/2023

Pensavo mi sarebbe piaciuto tanto, è scritto bene ma la storia non mi ha preso.

RaccogliendoMore

Recensito il 16/06/2023

<Libro scambiato>

Purtroppo non mi è piaciuto, non sono nemmeno riuscita a finirlo. Ho trovato i personaggi, seppur pochi, insopportabili e con un percorso di crescita personale inesistente. Mi dispiace perché ho visto tante recensioni positive e speravo di fare una piacevole lettura. Lascio due stelline perché comunque l'autrice scrive molto bene e mi piacerebbe rivalutarla leggendo qualche altro suo titolo.