Tempo di lettura stimato:
11h 38m

Nessun utente scambia o vende questo libro

Cime tempestose (1)

Emily Brontë

Genere: Amore, Classici, Sentimentale

Editore: Mondadori

Anno: 2006

Lingua: Italiano

Rilegatura: Flessibile

Pagine: 349 Pagine

Trama

«Lui è me più di me stessa. Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime, la sua e la mia sono identiche.» Un amore possessivo ed esclusivo, impossibile e tormentato, i cui unici frutti sono la disperazione, la vendetta, l’autodistruzione. È questa la natura della passione che lega l’austero, imperscrutabile e orgoglioso Heathcliff alla sorellastra Catherine Earnshaw, che prova per lui un’attrazione ambigua, ma irresistibile. Inutile anche il tentativo della giovane di allontanarsi da Heathcliff e spezzare il loro morboso legame, sposandosi con il dolce e accudente sir Edgar Linton. La scelta di Catherine avrà anzi il solo effetto di alimentare il desiderio di vendetta del fratellastro, che da quel momento voterà la sua vita all’odio e alla violenza. La brughiera, le sue atmosfere, e i molti elementi soprannaturali, ripresi dal romanzo gotico, danno alla vicenda un’intensità emotiva unica, che ha reso la sola opera firmata da Emily Brontë uno dei capolavori assoluti della letteratura inglese di metà Ottocento.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

Unicorno

Fino a metà mi è piaciuto molto il libro, purtroppo poi la seconda metà ha incontrato il mio disgusto per le persone svagate e la situazione che si stava delineando diveniva alquanto confusa e cupa. So che allora le ragazze non erano smaliziate come ora e la servitù aveva un comportamento tutto suo riguardo ai padroni di casa, ma tutto gli espedienti tra la giovane Catherine, la domestica Ellen Dean ed Heatcliff, quel mix tra cose non dette, le mezze verità e la ocaggine purtroppo mi ha fatto ribollire il sangue. Devo ammettere che non ha incontrato il mio gusto ma naturalmente ho completato la lettura in quanto comunque grande classico della letteratura.

ariannasvezz

Un capolavoro

Lauracea

Bello e struggente. Verrebbe da prendere a schiaffi la maggior parte dei personaggi.

theimpsbooks

Voglio riproporre questa lettura, che allora non mi era dispiaciuta, ma nemmeno era riuscita a farmi gioire più di tanto, perché? Perché, per quanto riguarda alcuni personaggi che avrei preso a manate io stessa, la storia in se e il paesaggio che la circonda ne valgono la pena. Ed è stato proprio grazie al vento del nord della brughiera in questo racconto ad avermi trasportato fino alla fine. ESTRATTO: " 1801. Sono appena tornato da una visita al mio padrone di casa, l'unico vicino con quale avrò a che fare. Che posto magnifico è questo! Dubito che in tutta l'Inghilterra avrei potuto trovare un luogo altrettanto remoto dalla frenesia del consorzio umano. Un vero paradiso per i misantropi, e il signor Heathcliff e io siamo i tipi adatti a condividere questa solitudine. Che uomo straordinario! Certo non immaginava quanta simpatica provassi per lui vedendo le sue palpebre calare sospettose a nascondergli gli occhi neri, mentre mi avvicinano a cavallo, e le mani scomparire risolute nella profondità del panciotto all'annuncio del mio nome."

IzzyBooks

Un libro che, attraverso il suggestivo stile di scrittura, è capace di emozionare per davvero.