Tempo di lettura stimato:
4h 44m

6 utenti lo scambiano | 2 utenti lo vendono

Caino (11)

José Saramago

Genere: -, Letteratura

Editore: Feltrinelli

Anno: 2011

Lingua: Italiano

Rilegatura: Brossura

Pagine: 142 Pagine

Isbn 10: 8807723123

Isbn 13: 9788807723124

Trama

A vent'anni dal "Vangelo secondo Gesù Cristo", José Saramago torna a occuparsi di religione. Se in passato il premio Nobel portoghese ci aveva dato la sua versione del Nuovo Testamento, ora si cimenta con l'Antico. E sceglie il personaggio più negativo, la personificazione biblica del male, colui che uccide suo fratello: Caino. Capovolgendo la prospettiva tradizionale, Saramago ne fa un essere umano né migliore né peggiore degli altri. Il dio che viene fuori dalla narrazione è un dio malvagio, ingiusto e invidioso, che non sa veramente quello che vuole e soprattutto non ama gli uomini. È un dio che rifiuta, apparentemente solo per capriccio e indifferenza l'offerta di Caino, provocando così l'assassinio di Abele. Il destino di Caino è quello di un picaro che viaggia a cavallo di una mula attraverso lo spazio e il tempo, in una landa desolata agli albori dell'umanità. Ora da protagonista, ora da semplice spettatore, questo avventuriero un po' mascalzone attraversa tutti gli episodi più significativi della narrazione biblica: la cacciata dall'Eden, le avventure con l'insaziabile Lilith, il sacrificio di Isacco, la costruzione della Torre di Babele, la distruzione di Sodoma, l'episodio del vitello d'oro, le prove inflitte a Giobbe, e infine la vicenda dell'arca di Noè. Riscrittura ironica e personale della Bibbia, invenzione letteraria di uno scrittore nel pieno della maturità, compone un'allegoria che mette in scena l'assurdo di un dio che appare più crudele del peggiore degli uomini.

Altre edizioni

Altri libri dello stesso autore

N. edizioni: 7

N. edizioni: 4

N. edizioni: 2

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

N. edizioni: 1

Autori che ti potrebbero interessare

Le recensioni degli AccioBookers

caroladiclem

Questo è il primo libro che leggo di questo scrittore e posso dirvi che mi è piaciuto talmente tanto da volerne leggere altri. In questo libro troviamo una rivisitazione in chiave ironica di alcuni episodi principali della Bibbia (Adamo e Eva, Caino e Abele, Mosè, Noè ecc. ). I protagonisti principali sono Dio e Caino. Saramago in questo romanzo pone Dio ad un livello inferiore di come siamo abituati a leggere/sentire. Fa notare la parte “maligna” di questo signore grandissimo che sembra non amare gli uomini per tutte le cattiverie che gli fa fare in suo onore. La malignità di quest’ultimo viene fatta notare da Caino che si ritrova a vivere in prima persona i vari massacri ordinati da questo Dio. È un romanzo che vorrei consigliare a tutti ma che so essere complicato da leggere per i più credenti. Ho trovato il modo di scrivere di Saramago molto coinvolgente: alcune volte si ferma dal raccontare e interagisce con il lettore, questa cosa mi ha fatto immaginare lo scrittore stesso davanti a me mentre mi leggeva questo suo romanzo.