83082 libri

Io uccido (43)

di Giorgio Faletti

Editore: Baldini Castoldi Dalai

Letto

Che dire del libro che mi ha iniziata a Faletti e grazie al quale ho comprato tutti gli altri? Thriller classico, ma non banale, nè, tanto meno, surreale.

Fuori da un evidente destino (79)

di Giorgio Faletti

Editore: Baldini Castoldi Dalai

Letto

Il miglior libro di Faletti, con due precisazioni. Prima di tutto, mi faccio incantare da tutto ciò che riguarda gli Indiani d'America, le loro tradizioni e le loro leggende. In più, mi lascio travolgere dai misteri. Unendo questi due parametri, questo libro altro non può che finire tra i miei preferiti!

Angeli e demoni (21)

di Dan Brown

Editore: Mondadori

Letto

Questo libro, e i suoi successori, mi fanno sentire sempre un po' incoerente. Di primo acchito, li giudicherei un po' irreali, forse fin troppo . Eppure, mi sono ritrovata a leggere tutti i libri di Dan Brown con protagonista Robert Langdon. Penso sia tutto merito del personaggio e della sua caratterizzazione. E non nascondo che in questo caso, il mondo del Vaticano, seppur troppo drammatizzato (forse?), mi abbia particolarmente coinvolta.

Il Codice da Vinci (219)

di Dan Brown

Editore: Mondadori

Letto

Intrigante durante la lettura. Affascinante nelle spiegazioni delle opere d'arte. Avvincente nelle ambientazioni. Eppure, a lettura finita, lascia un po' di insazietà. Forse dettagli troppo irreali? Robert Langdon resta comunque sempre un bellissimo protagonista!

Il simbolo perduto (80)

di Dan Brown

Editore: Mondadori

Letto

Come gli altri due romanzi che hanno per protagonista Robert Langdon, il libro è ben costruito e il protagonista resta fedele a sè stesso, sfoggiando tutta la sua cultura sull'arte. Tuttavia, oltre alla solita traccia di irrealismo, questa volta si aggiunge un numero di pagine un po' troppo alto. Dall'inizio della saga del professore Langdon, questo è il libro che mi è piaciuto meno!

Uomini che odiano le donne (66)

di Stieg Larsson

Editore: Marsilio

Letto

Larsson scrive un thriller sottile perchè reale e al tempo stesso ricco e spesso (anche letteralmente). L'intreccio della trama è incredibile: senza fare spoiler, pensate a più scenari apparentemente separati che si incontrano più volte, fintanto che il titolo rivela tutto il suo significato. Bello e capace di attirare verso i capitoli seguenti.

La ragazza che giocava con il fuoco (65)

di Stieg Larsson

Editore: Marsilio

Letto

Larsson mantiene tutte le promesse che lascia con la fine del primo capitolo. Il personaggio di Lisbeth si svela in mille dettagli e lascia spazio anche alla riflessione su temi importanti. Proseguimento azzeccato per la serie!

L'ombra del vento (28)

di Carlos Ruiz Zafón

Editore: Mondadori

Letto

Letto una prima volta e piaciuto. Riletto nuovamente e assolutamente confermato! Un romanticismo delicatissimo fa da sfondo a questo romanzo con dei personaggi talmente ben descritti da sembrare di averli conosciuti davvero. E, in aggiunta a tutto questo, la parte mystery è ben evidente e assolutamente ben riuscita!

100 libri in libreria

-